Numero verde
800589004
X
Prenota adesso
la tua visita!


È semplice, compila il form e saremo noi a contattarti!

Prenota

X

Blefaroplastica inferiore 

Chirurgia estetica delle palpebre

Blefaroplastica inferiore
blefaroplastica inferiore

Di cosa si tratta?

Lo sguardo è il biglietto da visita di una persona. Avere delle palpebre non in ordine, che lo incorniciano, può penalizzare la vita sociale. Per questo, grazie alla Blefaroplastica Inferiore potrete dire addio a quelle fastidiose grinze delle palpebre inferiori. Ma anche all’eccesso di cute rilassata o di tessuto adiposo che restituiscono un’immagine di voi diversa da quella che meritereste.

Per chi è indicato la Blefaroplastica inferiore?

Per sua natura, la Blefaroplastica inferiore è la soluzione estetica ottimale per chiunque viva con disagio il proprio sguardo, a causa dell’aspetto delle palpebre inferiori.  Chi le ha “ingrossate”, invecchiate, con le classiche “borse sotto gli occhi” può sentire il bisogno di ritrovare sicurezza. E anche se l’età media di chi vi ricorre con più frequenza si attesta tra i 40 e i 60 anni, ciò non esclude che pazienti più giovani o più anziani si sottopongano alla blefaroplastica inferiore per migliorare la propria immagine.  

Come avviene l’intervento?

L’intervento può essere fatto in anestesia locale o con eventuale blanda sedazione farmacologica. Il chirurgo praticherà una piccola incisione, nella congiuntiva all'interno del margine ciliare, oppure sulla cute a ridosso di questo margine con scollamento di un lembo costituito da muscolo e pelle. Rispetto alla Blefaroplastica Superiore la forma delle incisioni risulterà arcuata. L'eccesso di cute e il grasso erniato vengono quindi rimossi dalla palpebra attraverso il muscolo orbicolare e la cute.  Le suture renderanno impercettibili le cicatrici, di solito posizionate lungo le ciglia.

Ci sono rischi di effetti collaterali?

È possibile che dopo l’intervento, effettuato in day hospital, il paziente possa sentire un po’ di dolore. Il problema sarà tranquillamente risolto con terapia farmacologica. Gli occhi potrebbero lacrimare o bruciare per i primi giorni.  È normale il formarsi di ecchimosi e gonfiore nella zona operata. Rari sono i casi di sensibilità alla luce. 

Con che risultati?

Potrete dire addio ai problemi legati agli inestetismi delle vostre palpebre. Il risultato finale della Blefaroplastica inferiore sarà quello di avere, finalmente, uno sguardo più giovanile e meno “stanco”.

Cosa succede nella fase post operatoria?

Sulla parte operata saranno messi dei cerotti di protezione. È consigliabile dormire in posizione non completamente orizzontale per i primi giorni al fine di ridurre al minimo ematomi e gonfiori. Per i primi giorni sarà necessario uscire indossando occhiali scuri e si sconsiglia l'uso di lenti a contatto causa gonfiore delle palpebre. Il rientro alle normali attività, potrà avvenire dopo 3-5 giorni. Per l’esposizione al sole, occorre invece attendere almeno un mese, ma la cicatrice va protetta per un tempo superiore. Chi pratica sport, potrà riprendere già dopo due-tre settimane.

 

Che precauzioni vanno seguite nel pre operatorio?

Il paziente sarà visitato dal chirurgo per valutare il suo stato di salute, grazie anche a opportuni esami clinici. Farmaci anticoagulanti e antiaggreganti verranno sospesi o temporaneamente sostituiti in accordo con lo specialista che li ha prescritti (in base quindi alla patologia). Sempre in quei giorni, sarebbe auspicabile ridurre, meglio se del tutto, l’uso del tabacco. 

Riassumendo

Durata dell’intervento: 45-60 minuti.

Anestesia: locale o con sedazione farmacologica.

Tipo di ricovero: in day hospital.

Ritorno al sociale: dopo 3-5 giorni si potranno riprendere le normali attività. Pratiche sportive solo dopo due o tre settimane.

Esposizione al sole: dopo circa un mese, con nulla osta del chirurgo.

condividi
richiedi informazioni

Ti potrebbe interessare anche...

Casi clinici
Ultime dal Blog