Numero verde
800589004
X
Prenota adesso
la tua visita!


È semplice, compila il form e saremo noi a contattarti!

Prenota

X

Criolipolisi

Elimina il tessuto adiposo con il freddo

criopolisi.jpg
New Call-to-action

In cosa consiste il trattamento di criolipolisi?

La criolipolisi rappresenta una metodica di ultima generazione per la riduzione del tessuto adiposo localizzato, attraverso una procedura selettiva e non invasiva. Questa tecnica permette di evitare l’esperienza traumatica di metodi come la liposuzione e impedisce il rischio di danni sui tessuti contigui come si può verificare con radiofrequenze, ultrasuoni o laser. Uno speciale applicatore a pressione viene posizionato sull'area selezionata per esercitare un’azione di "vuoto" volta a catturare il tessuto sottocutaneo e a raffreddarlo in un secondo momento (si raggiunge una temperatura inferiore a 10°C a livello degli adipociti). Le cellule adipose (adipociti) nel tessuto sottocutaneo infatti sono per lo più cellule ricche di acidi grassi saturi e di conseguenza, particolarmente sensibili all’esposizione al freddo; gli elementi contigui, invece, come vasi sanguigni, il sistema nervoso periferico, i melanociti, i fibrociti, o le cellule povere di grasso sono molto meno sensibile all'esposizione al freddo. Questa caratteristica si traduce nella eliminazione degli adipociti senza il danneggiamento dei tessuti circostanti. Questo processo avviene direttamente per cristallizzazione, seguita da un fenomeno chiamato "apoptosi", che consiste nella lisi cellulare spontanea: la cellula morente manda segnali che richiamano i macrofagi che, progressivamente, fagocitano e digeriscono le cellule eliminate. I grassi contenuti negli adipociti, che fuoriescono durante l’apoptosi, vengono gradualmente smaltiti nei due-tre mesi successivi al trattamento tramite il sistema linfatico.

Quando è indicato questo trattamento?

Il trattamento di criolipolisi è particolarmente indicato nei casi di adiposità localizzata: il candidato ideale non è il paziente obeso con adiposità generalizzata, ma il paziente che vuole ridurre il tessuto adiposo locale concentrato per esempio sui fianchi, nell’addome, nella parte bassa della schiena, sulle braccia e sui glutei.

Qual è la durata del trattamento?

A seconda dell’estensione dell'area trattata può essere necessaria più di una singola applicazione. Per esempio, potremmo avere bisogno di 2 applicazioni per la zona addominale, 1 per ogni fianco e 2 per la parte bassa della schiena. Ogni applicazione dura circa dai 25 ai 35 minuti, a seconda dello spessore del tessuto adiposo.Pertanto, in base alle dimensioni dell'area da trattare e allo spessore del tessuto adiposo, la seduta può durare dai 20 ai 180 minuti. La procedura non è dolorosa per il paziente, che avvertirà soltanto una leggera tensione all'area trattata per effetto del vuoto e una sensazione di freddo intenso locale, soprattutto all'inizio della seduta di criolipolisi.

Cosa mi aspetto dopo il trattamento?

A seconda dello spessore iniziale del tessuto adiposo, la perdita media sarà tra i 3 e i 15 mm. In termini di percentuale l’equivalenza di perdita del tessuto adiposo si aggira dal 25% al 45%.Circa il 40% del risultato sarà visibile al 15° giorno, ma si dovranno attendere almeno 6 settimane per apprezzare i risultati medi. Solo allora potrà essere presa la decisione di sottoporsi o meno ad un’altra seduta di criolipolisi.Dopo il trattamento in molti casi sarà visibile un leggero rossore e intorpidimento nella zona trattata che può durare un paio d'ore dopo la sessione. Raramente invece si manifesta un lieve ematoma che viene riassorbito nel giro di pochi giorni. Il paziente può ritornare alle normali attività quotidiane senza particolari disagi immediatamente dopo la seduta di criolipolisi.
condividi
richiedi informazioni

Guarda anche...

Ultime dal Blog
    Casi clinici